Quali differenze ci sono fra le proteine per uomini e per donne: guida al confronto, dettagli, caratetristiche, prodotti

Esistono differenze tra le proteine in polvere di uomini e donna e se si, quali? Sicuramente dal punto di vista fisiologico fisici di maschi e femmine sono molto differenti e intanto sicuramente, saranno differenti i tipi di allenamento. Vediamo però più nel dettaglio se anche l’alimentazione sarà altrettanto differente.

Differenze ci sono fra le proteine per uomini e per donne: gli integratori ideali per ogni caso

Prima di tutto, è bene sapere quale tipo di integratore includere nella dieta quando ci si allena. Il fattore principale da tenere in considerazione però non è il sesso, ma l’intensità dell’esercizio.  Ovviamente anche l’obiettivo che si vuole conseguire conta moltissimo e questo indipendentemente dall’identità di genere.

Quali differenze ci sono fra le proteine per uomini e per donne: tutti i prodotti

  • Proteine ​​del siero di latte: Le più famose di tutti, sono ricche di proteine ​​ad alto valore biologico, cioè sono facilmente assorbite dall’organismo. Il valore proteico è addirittura superiore a quello di molti alimenti. Hanno anche un’alta concentrazione di altri integratori, come BCAA e glutammina;
  • Aminoacidi BCAA: Sono costituiti da catene di amminoacidi che agiscono nei processi vitali dei muscoli, come il trasporto dell’azoto nelle cellule. Sono essenziali per la crescita muscolare, specialmente durante l’allenamento pesante. Pertanto, la raccomandazione è che i BCAA vengano consumati prima e dopo l’esercizio;
  • Glutammina :È l’amminoacido più abbondante nel tessuto muscolare, quindi è consigliato a chi pratica sport che richiedono resistenza e forza, poiché l’integratore impedirà all’atleta di “perdere” muscoli. Il consumo dovrebbe variare tra 10 e 15 grammi al giorno, che può essere prima dell’allenamento, prima di coricarsi e al risveglio;
  • Mais Ceroso: A base di carboidrati, il mais ceroso viene estratto dall’amido di mais ceroso, coltivato negli Stati Uniti. Poiché è di facile digeribilità, l’integratore è utilizzato da persone che svolgono un allenamento intenso, e può essere consumato nel post-allenamento, per ripristinare i livelli di glicogeno, o nel pre-allenamento, fornendo energia;
  • Palatinose: Un altro integratore di carboidrati, il palatinose è un tipo di zucchero bianco derivato da una fonte naturale di saccarosio, come la canna da zucchero o il miele. Sono facilmente digeribili dall’organismo e viene gradualmente rilasciato nel sangue. Quest’ultima caratteristica è il grande vantaggio della palatinosi: poiché viene assorbita lentamente, fornisce costantemente energia agli atleti, essendo una buona opzione per chi esegue lunghi allenamenti;
  • Albumina: Proteina presente nel latte e nelle uova, l’albumina è ideale da assumere prima di coricarsi. Poiché ha un assorbimento lento (il corpo non lo metabolizzerà così rapidamente), questo integratore è adatto per lunghi periodi senza cibo;
  • Caseina: Costituisce l’80% delle proteine ​​del latte. La caseina viene assorbita lentamente, quindi fornisce costantemente aminoacidi al corpo. Può essere consumato durante i pasti o prima di coricarsi.

Proteine per uomini e per donne: le (poche) differenze

Donne e uomini possono assumere la stessa dose di integratori, che otterrà gli stessi risultati, a condizione che vengano rispettati i dosaggi raccomandati. La verità è che non ci sono differenze significative tra integratori femminili e comuni.

Nonostante questo, alcuni brand propongono varianti  femminili, che altro non sono che il prodotto tradizionale con poche sostanze in più, come il collagene idrolizzato e l’elastina, che agiscono per dare più compattezza alla pelle.

Ci sono anche prodotti che includono vitamine e minerali specifici per le donne nelle formule, come l’acido folico e la vitamina B6. Tuttavia, aggiungendo questi nutrienti, le aziende riducono il contenuto di proteine. Pertanto, la funzione di base del prodotto – fornire proteine ​​per la crescita muscolare – è in parte compromessa.

Per godere i benefici di altre sostanze, esistono su multi-vitaminici appositamente manipolati. In questo modo, si avranno i benefici di tutti i nutrienti senza compromettere la quantità di proteine.

Inoltre, il siero di latte tradizionale contiene già collagene ed elastina, oltre ai BCAA. Pertanto, è necessario considerare se vale davvero la pena fare un investimento maggiore in un integratore che, in realtà, ha praticamente lo stesso effetto del normale siero di latte.

Quello che si deve tenere in considerazione al momento dell’acquisto è il valore proteico del prodotto, che deve essere almeno dell’80%. Maggiore è la quantità di aminoacidi, maggiore è la sazietà che fornirà. Valutare anche il contenuto di grassi e carboidrati: se i valori sono bassi l’integratore tende ad essere meno calorico.

Il siero di latte

Come nell’integratore tradizionale, gli aminoacidi del siero di latte femminile rigenerano i muscoli dopo l’allenamento, agendo sul recupero muscolare e sull’ipertrofia . Può essere utilizzato come proteina a basso contenuto calorico, in sostituzione di cibi ricchi di grassi come carne rossa e latticini.

Il collagene e l’elastina presenti nella formula del siero di latte femminile sono responsabili del sostegno e della compattezza della pelle. Man mano che il corpo diminuisce la produzione di collagene nel corso degli anni, cercare il nutriente da altre fonti, ipoteticamente, aiuta a prevenire le rughe, migliorare la circolazione, unghie e capelli. Tuttavia, si possono ottenere questi nutrienti in altri modi.

Considerando che lo scopo dell’integratore in questione è quello di ottimizzare l’aumento di massa magra, sia le donne che gli uomini possono consumare la formula tradizionale visto che gli effetti saranno gli stessi.

Il mito che le proteine ​​del siero di latte aumentano il testosterone

Molte donne scommettono sulla versione femminile perché credono che il prodotto tradizionale aumenti i livelli di testosterone nel sangue, ma questo non è vero. Ciò che aumenta la quantità di ormone è una dieta ricca di carboidrati e grassi.

Il consumo di qualsiasi altra fonte di proteine ​​non interferisce con il testosterone. Questo accadrà solo quando se ne assume troppo. Quindi, seguendo la dosi e non ci saranno rischi!

Conclusioni

Come si è visto, gli integratori femminili non sono così diversi dagli integratori maschili: le formule comuni possono essere utilizzate da entrambi i sessi. Si dovranno solo rispettare i dosaggi consigliati e le individualità biologiche.

E’ bene ricordare che ogni persona ha un bisogno, che varia in base agli obiettivi e al tipo di formazione.

Nato a Roma nel 1979 coltiva fin da giovane la passione per letteratura, poesia e scrittura.  Attualmente lavora come SEO content manager per parecchi portali sparsi per il Web.

Back to top
menu
sceltaproteineinpolvere.it